0
Posted 27 novembre 2012 by Redazione Virtuous in Consigli
 
 

Festival internazionale del reportage ambientale

FIDRA
FIDRA

La quarta edizione del Fidra, Festival internazionale del reportage ambientale, si è svolta dal 22 al 24 novembre ad Arenzano (Genova). Durante la tre giorni, le 10 opere in gara, selezionate tra oltre cento proposte pervenute all’organizzazione, sono state valutate da una commissione esperta che ha decretato l’assegnazione di quattro premi e tre menzioni speciali. Organizzato nell’ambito del Genova film festival, in collaborazione con l’Associazione culturale Daunbailò, il concorso ha coinvolto una parte della migliore produzione documentaristica italiana sull’ambiente, caratterizzata da inchieste e da video di denuncia, ma anche dal racconto di esperienze alternative e scelte di vita sostenibili.

Tante anche le iniziative collaterali, sabato 24 novembre si è tenuto un workshop dedicato alle tecniche del reportage ambientale coordinato da Cristiano Palozzi, art director del festival e tra i fondatori dell’associazione Daunbailò, che ha spiegato le modalità con cui si racconta il territorio, a filmaker ed operatori ambientali. Interessante anche il focus dedicato all’Equador con due storie inerenti la lotta delle comunità native per la difesa dei propri diritti e all’impegno del governo Equadoregno per la salvaguardia della foresta amazzonica.

Le proiezioni e gli incontri sono stati ospitati nello “science center” di Arezzano, il Muvita, centro di animazione scientifica, il primo in Italia dedicato esclusivamente al rapporto tra uomo, energia e clima, sorto in un luogo simbolo per la difesa dell’ambiente dove le parti sociali hanno saputo lottare per risolvere gravi emergenze ambientali conservando viva la vocazione turistica del territorio.

Le opere in concorso

  • La crociera delle bucce di banana di Salvo Manzone;
  • El gigante (Il grido di Matambo) di Bruno Federico, Andrea Ciacci e Consuelo Navarro;
  • The golden temple di Enrico Masi;
  • Residuo fisso di Mirta Morrone;
  • Salva la cozza di Ascanio Petrini;
  • Spazzatour di Emilio Casalini;
  • Stelle contate sulle dita di Giuseppe Carrieri;
  • La terra dei lupi di Fabio Luongo;
  • Thalassa. Uomini e mare di Gianluca Agati;
  • The well – Voci dell’acqua dell’Etiopia di Riccardo Russo, Paolo Barberi e Mario Michelini.

 

I premi

  • Premio al Miglior Film al film The Well – Voci dell’Acqua dell’Etiopia;
    • Menzione speciale al film Thalassa. Uomini e Mare.
  • Premio Green Jury al film The Well – Voci dell’Acqua dell’Etiopia;
    • Menzione speciale al film Stelle contate sulle dita.
  • Premio Unifidra al film Residuo fisso;
    • Menzione speciale al film Stelle contate sulle dita.
  • Premio del pubblico “L’Occhio del pavone” al film The Well – Voci dell’Acqua dell’Etiopia.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.