ULTIME BUONE PRATICHE
 

Donato Di Febo: Pannelli fotovoltaici a recupero di acqua

 
AVpersone_Donato-Di-Febo-fotovoltaico-acqua
AVpersone_Donato-Di-Febo-fotovoltaico-acqua
AVpersone_Donato-Di-Febo-fotovoltaico-acqua

 
BUONA PRATICA
 

Settore:
 
Luogo:
 
Categoria:
 
Beneficio ambientale
 
 
 
 
 


 
Beneficio sociale
 
 
 
 
 


 
Livello di innovazione
 
 
 
 
 


 
Punteggio
 
 
 
 
 
3/ 5


 


Il sistema denomiato “Acqua Terra Sole”, brevettato da Millamare Hilltop, è in grado di risparmiare acqua per la coltivazione dei campi e allo stesso tempo accumularla.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF
0
Posted 2 giugno 2012 by

Dopo anni di studio da parte dell’imprenditore Donato Di Febo, è nato, in Abruzzo, il prima sistema fotovoltaico integrato e automatizzato, concepito per recuperare l’acqua e per consentire di continuare a coltivare il terreno. Questo sistema, denomiato “Acqua Terra Sole” è stato brevettato da Millamare Hilltop.

L’idea nasce con lo scopo di restituire alla Terra la sua funzione di “serbatoio” naturale di acqua, tramite un sistema in grado da un lato di favorire il risparmio idrico e dall’altro di accumulare in maniera localizzata la risorsa idrica sfruttando le acque piovane. In questo sistema la componente fotovoltaica diventa quindi marginale.

In particolare i pannelli fotovoltaici sono mobili e in grado di massimizzare sia il recupero di energia dalla radiazione solare che il recupero delle acque piovane tramite serbatoi di accumulo. Per ogni pannello di 1 mq. si ottiene circa 1 mc. di acqua, in questo modo si riesce a risparmiare circa il 66% di acqua da destinare alla coltivazione. Inoltre il sistema è in grado di creare un microclima ottimale per le coltivazioni, in quanto l’alternarsi di luce e ombra, garantito dal movimento delle stringhe, permette non solo di avere la luce necessaria alla coltivazione – mantenendo la giusta quantità di umidità e temperatura al suolo – ma anche di diminuire l’utilizzo di acqua, poiché il terreno non è esposto in maniera diretta ai raggi del sole.

Altro punto di forza della tecnologia, è la diminuzione dell’impatto dovuto all’installazione dei pannelli fotovoltaici al suolo, infatti con il suddetto sistema il suolo al di sotto dei pannelli non solo può essere coltivato, ma è possibile farlo in maniera virtuosa, recuperando e risparmiando acqua da destinare alla coltivazione, in modo tale da poter destinare all’agricoltura anche le zone più aride.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)