ULTIME BUONE PRATICHE
 

Ricerca, riapre la base italiana in Antartide

 

0
Posted 29 ottobre 2013 by

Una buona notizia per la ricerca scientifica, la riapertura della base italiana in Antartide, a Baia Terra Nova nel mare di Ross. Il primo gruppo di 20 persone ha già avviato le operazioni di ripristino e di messa in funzione delle attrezzature presenti.

Prima dell’apertura, sono state necessarie grandi operazioni per la spedizione dei materiali ed il trasferimento del personale tecnico, ma finalmente, a giorni, dovrebbe giungere il primo gruppo di ricercatori. Le attività di ricerca riguarderanno soprattutto la biologia marina e terrestre, fisica dell’atmosfera, astrofisica e glaciologia che saranno svolte all’interno della base, invece, a una distanza di 500 km dalla base, sarà presto attivo un campo per la perforazione del ghiaccio, per permettere gli studi di ricostruzione del clima degli ultimi 2000 anni.

Il programma di finanziamento che ha permesso la riapertura, il Pnra (Programma nazionale di ricerche in Antartide) vede molto attivi; il CNR che si occupa anche di programmazione e coordinamento scientifico delle attività di ricerca; e l’Enea a cui sono affidate le spedizioni, le azioni tecnico-logistiche e l’organizzazione nelle zone operative. Gli obiettivi strategici delle missioni, invece, sono valutati, approvati e finanziati dal Ministero dell’Istruzione che offre, con la riapertura della base, nuove opportunità di crescita ai ricercatori italiani.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)