ULTIME BUONE PRATICHE
 

Recupero dei mulini ad acqua, ecco la guida europea

 

0
Posted 28 febbraio 2014 by

In Europa esistono circa 350.000 mulini ad acqua, e numerosi impianti per la produzione idroelettrica dismessi che potrebbero essere sfruttati nuovamente assicurando una produzione di energia che seppur modesta potrebbe soddisfare il consumo domestico o locale. Spesso però, rimettere in funzione tali impianti non è semplice e richiede un minimo di organizzazione e un non trascurabile impegno economico.

Per questo è nata la prima guida destinata a chi vuole far rivivere attraverso sistemi di cooperative, le vecchie strutture inutilizzate di mini idroelettrico. Attraverso il progetto dell’Unione Europea RESTORhydro, con un budget di 2.542.000 euro, si procederà inizialmente a mappare i possibili siti da recuperare e poi si andranno a definire i progetti delle cooperative potranno concretizzare l’utilizzazione di queste strutture.

In Italia, sebbene non vi siano ancora ufficialmente cooperative, esistono diversi progetti già avviati, uno su tutti quello in corso di realizzazione nel parco di Monza. In futuro invece nuove possibilità potrebbero aprirsi a Settimo Torinese, Pavia e nella Valle dell’Olona. Attivare tanti piccoli impianti rinnovabili potrebbe portare ad una maggiore razionalizzazione del consumo energetico e nel contempo, attraverso il recupero delle strutture, anche ad una valorizzazione del territorio.

Scarica la guida

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)