ULTIME BUONE PRATICHE
 

Rapporto “Trasporto merci in Italia”: possibili risparmi per 3 miliardi di euro grazie a soluzioni più sostenibili

 

0
Posted 22 febbraio 2013 by

Secondo il rapporto “Trasporto merci in Italia” del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, in collaborazione con l’Autorità portuale di Trieste e la società logistica Alpe Adria, che analizza le diverse modalità di spostamento delle merci ed il relativo impatto ecologico ed economico, attualmente il 94% delle merci viaggia sui camion e solo il 6% su rotaia.

Le direttive europee, negli ultimi 20 anni, hanno spinto verso un trasporto più sostenibile imponendo la riduzione delle emissioni dei mezzi impiegati nel trasporto, tuttavia questo ha inciso solo parzialmente poiché, in realtà, i volumi di traffico sono aumentati e questa situazione incide, soprattutto nel nostro Paese, sul congestionamento delle città e sulla qualità dell’aria. La soluzione più razionale ed efficace è quella dal cambio delle modalità di viaggio: trasporto su ferro, cabotaggio sui mercantili, idrovie, che oggi rappresentano solo il 13% degli spostamenti di merci, potrebbero progressivamente sostituire il trasporto su gomma sulle lunghe percorrenze. Questa inversione dovrebbe garantire un notevole abbattimento dei costi e risparmi in termini ambientali stimati in 3 miliardi di euro annui.

Il contenimento degli impatti ambientali causati dal trasporto merci rappresenta da tempo uno degli obiettivi primari di istituzioni nazionali e sovrannazionali e approcciare la strada proposta, risulterebbe utile anche per favorire lo sviluppo di imprese ferroviarie e operatori logistici, che sarebbero, così, nelle condizioni di offrire servizi competitivi e ambientalmente sostenibili.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)