ULTIME BUONE PRATICHE
 

Parigi: proposto il recupero delle stazioni ‘fantasma’

 

0
Posted 21 febbraio 2014 by

Stazioni della metro abbandonate da decenni, prive di una qualsiasi utilità e completamente interdette all’accesso, potrebbero presto essere trasformate in piscine, teatri, ristoranti o gallerie d’arte. La città di Parigi è sempre alla ricerca di nuovi spazi e così riscopre il suo sottosuolo, ricco di fascino che richiama il passato e grazie al progetto di Nathalie Kosciusko-Morizet, candidata sindaco, sogna di valorizzarlo al meglio.

Le stazioni ‘fantasma’ sono un’eredità della lunga storia del métro di Parigi, inaugurato nel 1900 con la prima linea, in occasione dell’Esposizione universale, e sviluppatosi rapidamente fino a raggiungere la dimensione attuale che rende il sistema il più esteso d’Europa. Dopo la seconda guerra mondiale, alcune stazioni chiuse per la riduzione delle corse, non furono più riaperte ed a queste, nel corso dei decenni altre stazioni sono state costruite e mai davvero utilizzate. Ma il nuovo look proposto punta a sfruttarle creando spazi sportivi o artistici, come piscine o palestre, teatri o luoghi di esposizione e perché no, anche come luoghi di convivialità e divertimento come ristoranti e discoteche.

Il recupero degli spazi urbani costituisce il punto di partenza per realizzare uno sviluppo sostenibile delle città del futuro. Non occorre sempre estendere i confini delle metropoli, è sufficiente ripensare gli spazi esistenti, riorganizzarli anche nell’ottica di una nuova forma di mobilità ecologica per realizzare una nuova idea di città vivibile e sostenibile.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)