ULTIME BUONE PRATICHE
 

Migliora la qualità dell’aria nelle città, ma occorre ancora impegno

 

0
Posted 12 ottobre 2013 by

Secondo il Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano, presentato dall’Ispra, l’aria che si respira oggi nelle maggiori città italiane è migliorata in confronto agli anni passati, merito di una maggiore regolamentazione del traffico e dei controlli sui sistemi di riscaldamento domestici.

Nei 60 centri urbani italiani in cui sono stati raccolti i dati, tra il 2000 e il 2010 le emissioni di pm10 sono diminuite del 37% e si registrano trend in decrescita anche per il biossido di azoto. A provocare questo cambiamento, probabilmente è stata la diminuzione del traffico urbano, attribuibile sia ai provvedimenti di limitazione della circolazione che alla battuta di arresto subita dalle immatricolazioni di auto in molte città.

Nonostante ciò, però, le concentrazioni registrate sono ancora elevate e quasi ovunque superano i valori soglia definiti dall’Oms. Questo primo segnale positivo deve spronare ancora di più al miglioramento che non deve essere inteso come sinonimo di limitazione della mobilità, bensì come ricerca di strade alternative ed intelligenti che siano in grado di coniugare esigenze di spostamento e salvaguardia ambientale.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)