ULTIME BUONE PRATICHE
 

Le rinnovabili crescono di più nei Paesi in via di sviluppo

 

0
Posted 7 novembre 2014 by

Oggi, i Paesi in via di sviluppo rappresentano una quota molto importante nel mercato degli investimenti in energia pulita. È quanto emerge dal rapporto Climatescope 2014, realizzato in collaborazione con Bloomberg New Agency Finance, che ha analizzato gli investimenti e le politiche di sostegno alle energie rinnovabili in 55 Paesi emergenti di Africa, Asia, America Latina e Caraibi.

Lo studio mostra come la capacità di produrre energia pulita cresca in modo molto più rapido nei paesi in via di sviluppo che nelle nazioni più ricche. Anche la domanda di energia pulita, in percentuale, è cresciuta più velocemente nei paesi in via di sviluppo che nelle nazioni più ricche: tra il 2008 e il 2013 gli stati coinvolti nello studio hanno aggiunto 142 GW di rinnovabili idriche, una crescita pari al 143%.

Secondo la classifica stilata dagli esperti, elaborata su 54 indicatori, tra cui le politiche di investimenti in energia pulita e le condizioni di mercato, la Cina si piazza al primo posto non solo come il Paese con la maggior capacità di produzione di energia eolica e solare al mondo, ma anche come la nazione che ne richiede di più. In seconda posizione il Brasile, seguito dal Sudafrica. Nella top ten anche Kenya e Uganda, che hanno promosso programmi di rinnovabili.

Il punto sostanziale che lo studio sottolinea, è l’importanza del quadro di riferimento di ogni Paese. Politiche energetiche forti e ben strutturate riescono ad attrarre maggiori investimenti in energia pulita, permettendo una rapida crescita con l’apporto di capitali stranieri.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)