ULTIME BUONE PRATICHE
 

Inquinamento acustico, nuove regole dall’Europa

 

0
Posted 12 febbraio 2013 by

Il Parlamento Europeo, a Strasburgo, ha approvato, con 401 voti a favore, 228 contrari e 20 astensioni una progetto di normativa sulla riduzione delle emissioni acustiche di auto e camion, da attuare entro il 2020. Il livello di emissione del rumore dei veicoli, dovrà essere sensibilmente ridotto per proteggere la salute dei cittadini e nei prossimi mesi il provvedimento adottato farà da base per i negoziati con tutti i Paesi membri dell’Ue.

Medici, associazioni, cittadini sono tutti d’accordo che l’esposizione continua ad alti livelli d’inquinamento acustico può causare danni all’organismo umano e secondo l’Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA), metà della popolazione urbana nell’unione, oggi, è esposta a livelli d’inquinamento superiori ai 55 decibel. L’Europarlamento ha pensato di avviare una graduale riduzione dei limiti di emissione per automobili (da 72 a 68 dB) e per i mezzi pesanti (da 81 a 79 dB).

Gli europarlamentari, convinti della necessità di tutelare la salute umana e viste le più recenti innovazioni tecniche a disposizione dei costruttori di autoveicoli, hanno anche chiesto che venga apposta, su ogni veicolo, un’etichetta che indichi il livello sonoro di emissione, così da informare i consumatori che avranno così un nuovo parametro di scelta. Sistemi simili, tra l’altro sono già oggi  utilizzati per indicare consumi di carburante, rumore di pneumatici o emissioni di CO2.

Contestualmente la proposta dell’UE, servirà anche per incentivare l’adozione di misure tecnologiche innovative in altri campi che sono direttamente o indirettamente responsabili dell’inquinamento acustico dei veicoli, a partire dall’asfalto delle strade per arrivare all’aerodinamica dei veicoli.  

Totalmente opposte, sono le misure previste per le auto elettriche e ibride, che al contrario dei veicoli tradizionali hanno il problema di essere troppo silenziose, e rappresentando, pertanto, un potenziale pericolo per pedoni e ciclisti. Per queste categorie di veicoli, il Parlamento europeo ha chiesto, infatti, l’installazione di segnalatori acustici.

Il rumore rappresenta un serio problema per la salute umana, perciò l’impegno comune di istituzioni, cittadini e produttori, deve, con sempre maggiore attenzione, muoversi verso la riduzione del rumore e questo provvedimento fornisce l’input per avviarsi al meglio su questo percorso.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)