ULTIME BUONE PRATICHE
 

Incentivi per i veicoli ecologici: come si ottengono?

 

0
Posted 25 aprile 2014 by

Verso la fine del 2013 abbiamo più volte sentito dire al Ministro Zanonato che, per il 2014, ci saremmo dovuti aspettare i tanto attesi incentivi bonus-malus per le auto ecologiche. Il meccanismo, già utilizzato in altri paesi europei (come ad esempio in Francia), incentiva l’utilizzo dei veicoli ecologici mentre penalizza le auto e i mezzi più inquinanti. In altri paesi come la Svizzera, inoltre, ai benefici di questo meccanismo di incentivazione si somma anche possibilità di poter stipulare polizze auto economiche appositamente pensate per questi veicoli.

Per quanto riguarda il Nostro Paese dopo alcuni mesi di attesa è finalmente scattata la corsa agli incentivi per le auto ecologiche. Dal 14 marzo coloro che desiderano acquistare un nuovo veicolo potranno beneficiare di questi incentivi; si tratta, però, di fondi limitati e, per questa ragione, la corsa si fa sempre più intensa.

I fondi a disposizione

Per quanto riguarda i fondi messi a disposizione per questo meccanismo di incentivazione, il governo aveva stanziato 140 milioni di euro per il triennio 2013 -2015; purtroppo, prima che l’iniziativa diventasse effettiva, i fondi hanno subito una decurtazione. Inizialmente, infatti, erano previsti 140 milioni ma poi, a causa della Legge di Stabilità, la cifra è scesa a 120.

I requisiti per ottenere i contributi

Ma quali auto sarà possibile acquistare per beneficiare dei suddetti incentivi? Nello specifico rientrano negli incentivi le auto cosiddette a bassa emissione (meno di 120 g per Km). In pratica rientrano in questa categoria le auto ibride, quelle elettriche, a metano e gpl, a biocombustibile e, per finire, quelle a idrogeno. In pratica gli incentivi saranno inversamente proporzionali alle emissioni del veicolo; per questa ragione per le auto a metano e gpl gli incentivi saranno inferiori rispetto a quelli previsti per i veicoli ibridi o completamente elettrici.

Gli incentivi previsti

Nello specifico per le auto elettriche nel 2014 il contributo sarà del 20% rispetto al prezzo di acquisto, con un tetto massimo di cinquemila euro. Per le auto ibride, invece, gli incentivi saranno sempre del 20% ma il tesso massimo è di 4 mila euro. Per finire, per le auto a metano e a gpl il tesso massimo sarà di 2 mila euro.

I benefici per i privati e le aziende

A beneficiare di questa iniziativa saranno non solo i privati cittadini ma anche le aziende; per queste ultime, infatti, ci saranno 35 milioni di euro a disposizione. Per quanto riguarda i privati, a differenza delle aziende, ricordiamo che non sarà necessario, per ottenere il contributo, rottamare la vettura.

Come ottenere i contributi

Le procedure burocratiche per l’ottenimento degli incentivi riguarderanno principalmente le concessionarie che, innanzitutto devono registrarsi su un apposita piattaforma informatica (all’indirizzo www.bec.mise.gov.it). Prima di vendere il veicolo i venditori dovranno verificare l’effettiva disponibilità di fondi e, solo in caso positivo, potranno disporre il finanziamento a favore del proprio cliente.

Luca

Contatto: freeeditor83@gmail.com

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)