ULTIME BUONE PRATICHE
 

In arrivo 460 milioni per l’occupazione giovanile nella Green Economy

 

0
Posted 1 febbraio 2013 by

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (n.21 del 25 gennaio 2013), della circolare n. 5505 del 18 gennaio 2013, è stato ufficialmente istituito un fondo di 460 milioni di euro destinato, dal Ministero dell’Ambiente, allo sviluppo dell’occupazione giovanile nel settore della green economy. Delle risorse, circa 390 milioni saranno finalizzati al finanziamento di progetti di investimento proposti da imprese di qualsiasi settore, 70 milioni sono invece riservati al finanziamento di interventi di bonifica e riqualificazione del Sito di Interesse Nazionale di Taranto.

Il numero di settori incentivabili è molto ampio, si va dalla protezione del territorio, al settore energetico, dall’innovazione dei prodotti ai processi e servizi che consentono una riduzione dell’inquinamento e dell’uso di risorse. Per accedere ai finanziamenti, che saranno prelevati dal “Fondo rotativo per Kyoto” (istituito con legge 296/2006), le imprese, in forma individuale, associata o consorziata, dovranno presentare progetti, che prevedano un’occupazione aggiuntiva a tempo indeterminato di giovani con età non superiore ai 35 anni

Il governo ha fatto un ulteriore passo concreto verso la risoluzione della crisi economica senza trascurare gli aspetti ambientali, ora tocca alle imprese attivarsi per proporre idee e progetti concreti da portare avanti con la collaborazione dei giovani.

 

Condizioni di Partecipazione

Il termine ultimo per la presentazione delle domande, che dovranno essere trasmesse tramite Posta Elettronica Certificata (Pec) e corredate di firma digitale, è venerdì 26 aprile 2013.

Settori di intervento

 Sono ammissibili i progetti operanti nei seguenti settori:

  • Protezione del territorio e prevenzione del rischio idrogeologico e sismico;
  • Ricerca, produzione e sviluppo di biocarburanti di “seconda e terza generazione”;
  • Ricerca, sviluppo e produzione mediante bioraffinerie di prodotti intermedi chimici da biomasse e scarti vegetali;
  • Ricerca, sviluppo, produzione e installazione di tecnologie nel “solare termico”, “solare a concentrazione”, “solare termo-dinamico”, “solare fotovoltaico”, biomasse, biogas e geotermia;
  • Incremento dell’efficienza negli usi finali dell’energia nei settori civile, industriale e terziario, compresi gli interventi di social housing;
  • Processi di produzione o valorizzazione di prodotti, processi produttivi od organizzativi o servizi che, rispetto alle alternative disponibili, comportino una riduzione dell’inquinamento e dell’uso delle risorse nell’arco dell’intero ciclo di vita.

 

Assunzione di giovani

I poggetti di investimento presentati devono prevedere occupazione aggiuntiva a tempo indeterminato di almeno 3 giovani con età non superiore ai 35 anni alla data di assunzione. Nel caso di assunzioni superiori a 3 unità, almeno un terzo dei posti è riservato a giovani laureati con età non superiore a 28 anni (per PMI, S.r.l. semplificate ed ESCo il numero minimo di assunzioni è pari ad una unità).

 

Soglie minime dei progetti

Il taglio minimo dei progetti di investimento presentati è pari a 1.000.000 euro, ridotto a 500.000 euro nel caso di PMI ed ESCo, a 200.000 euro per progetti presentati da s.r.l. semplificate.

Caratteristiche del finanziamento

Il finanziamento concesso rappresenta una quota parte dell’investimento, la parte restante è a carico del beneficiario, la massima percentuale è pari a:

  • 60% del costo complessivo delle spese ammissibili;
  • 75% del costo complessivo delle spese ammissibili nel caso di PMI, ESCo e S.r.l. semplificate.

Per spese ammissibili si intendono:

  • Macchinari, impianti, attrezzature, brevetti e software;
  • Servizi di consulenza, fino al 15% delle spese complessive;
  • Spese del personale;
  • Spese generali, fino al 10% delle spese complessive;
  • Interventi di adeguamento alla normativa antisismica.

Il tasso di interesse agevolato è fisso ed è pari allo 0,5% annuo nominale e l’importo totale è rimborsabile in 5 anni.

Approfondisci

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)