ULTIME BUONE PRATICHE
 

Geoparchi, in Italia opportunità di sviluppo e di rilancio del territorio

 

0
Posted 7 settembre 2013 by

Termina oggi il 12° Congresso Mondiale dei Geoparchi, che al suo primo appuntamento italiano ha scelto come location il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, in Campania. Lo scenario di Ascea che dal 4 settembre ha accolto oltre 259 delegazioni straniere, provenienti da 40 Paesi del mondo, e oltre 75 italiane è stato scelto per la sue particolarità naturalistiche ed archeologiche e perché rientra nel territorio di una delle maggiori aree parco italiane.

Tra i temi affrontati; i cambiamenti climatici, la geoconservazione ed il geoturismo, sui quali esperti di fama mondiale hanno presentato ricerche e proposte volte soprattutto a sollecitare ancora una volta l’impegno dell’Unesco nel riconoscere ai geoparchi una protezione in tutto e per tutto assimilata alla lista dei luoghi Patrimonio Naturale e culturale dell’Umanità, provvedimenti di tutela che quasi sicuramente saranno operativi entro la fine dell’anno.

In Italia molti dei geoparchi esistenti sono già riconosciuti come aree protette dall’Unesco grazie non solo al loro patrimonio geo-litologico, ma soprattutto per la volontà degli amministratori che hanno attuato serie strategie di sviluppo sostenibile delle aree, requisito essenziale per ottenere l’ambito riconoscimento. Grazie a queste strategie molte aree hanno suscitato nel tempo un crescente interesse, attirando nuove forme di turismo e creando nuovi posti di lavoro che hanno anche garantito un controllo e un intervento di salvaguardia più serio del territorio.

Le opportunità offerte dai geoparchi sono molteplici e tutte molto interessanti in un periodo di crisi come quello attuale, dove c’è chi tenta di risparmiare scegliendo vacanze sostenibili sia dal punto di vista ambientale che economico. I parchi possono infatti offrire tanto a questa categoria di turisti, incentivando anche una più profonda conoscenza del territorio. Inoltre il lavoro svolto dagli enti che sovrintendono alla gestione delle aree parco oggi è quanto mai importante, visti i tagli alla spesa pubblica, perché rappresenta pressoché l’unica attività di salvaguardia del territorio che contestualmente riesce a valutare, intervenire e far fronte al rischio idrogeologico di grandi aree del nostro Paese.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)