ULTIME BUONE PRATICHE
 

EXPO MILANO 2015 e oltre…

 

0
Posted 11 aprile 2014 by

L’EXPO2015 è un evento internazionale, una grande sfida ed una futura opportunità.

Fino ad ora l’EXPO di Milano, con i suoi preparativi, ha generato un movimento di flussi monetari, investimenti, lavoro e indotti non indifferenti; durante l’apertura dell’esposizione universale, infatti, sarà previsto un massiccio impiego di capitale umano e risorse al servizio di un flusso di circa 20.000.000 di visitatori.

Al momento, l’area nelle vicinanze del polo fieristico Rho – Pero gestita dalla società EuroMilano, è interessata da un importante progetto: un nuovo complesso edilizio concepito secondo i più recenti ed avanzati criteri di sostenibilità ed edilizia green.

L’area in oggetto si sviluppa su una superficie di oltre 540 mila mq e simboleggerà l’elevato profilo qualitativo dei caratteri urbani, ambientali e paesaggistici peculiari della zona, abbandonando il contesto prevalentemente inedificato e segnato da fenomeni di degrado e marginalità.

La riqualificazione e la riorganizzazione infrastrutturale del territorio, sottoscritta dalla Regione Lombardia, dal Comune di Milano, dalla Provincia di Milano e dal Comune di Pero, con l’adesione della società Cascina Merlata S.p.a., prevede la costruzione di sette torri residenziali in classe A capaci di ospitare 1200 rappresentanti provenienti da ogni parte del mondo; l’assoluta innovazione del progetto, risiede nel fatto che gli edifici saranno serviti esclusivamente da fonti di energia rinnovabili: il teleriscaldamento proveniente dal termovalorizzatore, la geotermia per il raffrescamento attraverso le pompe di calore, l’energia proveniente dal tetto solare ed un isolamento termico molto efficiente a garantire temperature che rimarranno sempre in un intervallo gradevole.

La questione ancora più interessante è che al termine di Expo Milano 2015, previsto per luglio 2016, la zona sarà caratterizzata da un programma di riterritorializzazione ed edilizia libera, che  prevederà la costruzione di altri quattro edifici, per un totale di 684 alloggi, oltre ai relativi servizi di scuole, asili nido, parchi pubblici ed in futuro la realizzazione di uffici ed un centro commerciale, realizzando quindi il più grande quartiere housing sociale in Italia.

Fino ad oggi è stato realizzato più del 50% del progetto ed entro il 2015 dovranno essere realizzate l’80% delle opere pubbliche, che hanno un valore complessivo di circa 150 milioni di euro, con infrastrutture, servizi e la maggior parte del parco pubblico.

L’evento dell’EXPO2015 ci sta permettendo di conoscere un sistema costruttivo ancora poco compreso ed evoluto in Italia, a dimostrazione che, in grandi metropoli come Milano con un tessuto urbano ormai consolidato e contestualizzato, è possibile garantire la sostenibilità ambientale degli interventi progettuali e la rivalutazione del capitale edilizio esistente.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)