ULTIME BUONE PRATICHE
 

Con la crisi triplicano gli orti urbani

 

0
Posted 8 settembre 2014 by

Mai registrate tante aree verdi destinate ad orti pubblici nelle città capoluogo. Un record di 3,3 milioni di metri quadrati di terreno di proprietà comunale divisi in piccoli appezzamenti e adibiti alla coltivazione ad uso domestico, all’impianto di orti e al giardinaggio ricreativo.

A rendere pubblici questi dati, una analisi della Coldiretti su base Istat dalla quale emerge che nel 2013 gli orti urbani in Italia sono addirittura triplicati rispetto al 2011. Ciò è imputabile alla crescente domanda di verde derivante dalla crisi che, anche nelle città, spinge 1 italiano su 4 alla coltivazione fai da te per uso domestico.
Gli ‘hobby farmers‘, così si chiamano coloro che coltivano un orto urbano, sono identificabili in una fascia di popolazione composta da giovani e anziani, da esperti e nuovi appassionati, che coltivano piccoli appezzamenti familiari, strisce di terra lungo ferrovie, parchi e campi di calcio, balconi e terrazzi arredati con vasi di diverse dimensioni o piccole aree con acqua e sgabuzzino per gli attrezzi messe a disposizioni dai comuni in cambio di affitti simbolici.

Ottimo sviluppo di un’iniziativa che non solo ha trovato tanti sostenitori tra i cittadini ma, cosa più importante, ha visto l’impegno delle amministrazioni locali nel recupero di parti del territorio e nell’incentivazione di moderne forme di agricoltura.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)