ULTIME BUONE PRATICHE
 

A Paestum solo plastica compostabile e biodegradabile

 

0
Posted 1 gennaio 2014 by

Grazie ad un’ordinanza comunale del Comune di Paestum-Capaccio è stato vietato l’utilizzo di plastica monouso che non sia compostabile e biodegradabile. Dalla prossima primavera i tre chilometri quadrati dell’area archeologica di Paestum e 14 km di litorale assisteranno ad una vera rivoluzione nella gestione dei rifiuti

L’idea è quella di modificare le abitudini delle persone, non solo i 25 mila residenti nell’area, ma soprattutto quelle dei quasi 600 mila turisti che si registrano ogni anno e che contribuiscono a produrre una quantità enorme di rifiuti. Con l’ordinanza le attività commerciali dovranno vendere solamente oggetti in plastica biodegradabile e chiunque vorrà continuare ad utilizzare stoviglie o sacchetti in plastica tradizionale, sarà invitato a non abbandonarli nell’area protetta.

L’iniziativa del Comune salernitano ha avuto risonanza in tutto il Paese, tanto che il movimento ecologista europeo FareAmbiente ha deciso di presentarla e promuoverla a livello nazionale. Oltre ad incidere in maniera sostanziale sulla gestione dei rifiuti, infatti l’idea può rappresentare anche un punto di partenza per migliorare la gestione e la tutela delle numerose aree protette del Paese sempre di più, oggi, esposte a gravi ed inutili rischi ambientali.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)