ULTIME BUONE PRATICHE
 

La mobilità secondo VirtuousItaly

 

0
Posted 28 maggio 2012 by

In questa sezione di VirtuousItaly sarà trattata la tematica della mobilita nelle sue molteplici e differenti sfaccettature, accomunandole dal filo conduttore della sostenibilità ambientale, elemento divenuto necessario in tutti i settori del panorama mondiale.

Negli ultimi 20 anni si e registrato un incremento del numero di spostamenti, sia di persone che di merci. In Europa tale aumento si è avuto soprattutto a seguito dell’apertura dei mercati nazionali da parte della UE e si prevede che il trend continui la sua corsa in ascesa. L’incremento del numero degli spostamenti ha portato con se l’inevitabile aumento del livello medio di inquinamento: basti pensare che attualmente il 28% delle emissioni di CO2 nell’atmosfera che avvolge l’UE e prodotta dal settore dei trasporti. Di questa percentuale, l’84% e generata dai veicoli ed il 13% dagli aerei, tralasciando, ma solo per ora, l’inquinamento dei mari prodotto dagli spostamenti ed ancora di più dagli incidenti delle imbarcazioni.

Di fronte a questo scenario appare evidente come risulta indispensabile intervenire, concependo sistemi di trasporto sostenibili, dalla pianificazione alla fruizione, passando per una corrispondente progettazione e costruzione altrettanto sostenibili.

VirtuousItaly/mobilità vuole essere una finestra sul panorama della “mobilita virtuosa”, quella capace di affrontare le ardue sfide attuali e future con coraggio e spirito di innovazione. Lo farà attraverso la pubblicazione periodica di articoli e buone pratiche, con la speranza di contribuire a contagiare tutti gli utenti, dai singoli alla collettivita, a pensare e ad agire “virtuous”, per tutelare l’ambiente che oggi appartiene a noi e che domani erediteranno i nostri figli.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)