ULTIME BUONE PRATICHE
 

La contemplazione, il segreto di una società virtuosa

 

1
Posted 16 settembre 2012 by

La scelta di abituarsi ad osservare ed ascoltare con attenzione e con calma, di prendersi il tempo di guardare in faccia la realtà, di avere il coraggio anche di guardarsi dentro per scoprire che cosa davvero si desidera o si teme, di che cosa si ha realmente bisogno, è alla base dell’autentica libertà individuale.

Siamo diventati persone che corrono, che passano senza soffermarsi. La velocità è diventata un fattore strategico, indispensabile per riuscire a provare, assaggiare, molte più cose di quelle che potremmo fare o che facevamo quando vigeva il principio “di dare tempo al tempo”. La contemplazione, ossia la capacità di osservare ed ascoltare attentamente a lungo, assaporando con calma le sensazioni e meditando, è la caratteristica più importante di una società virtuosa, responsabile e sostenibile. Una società che contrasta la tendenza all’ipertrofia, ossia la crescita illimitata. La nostra economia ha sviluppato con la natura e con gli oggetti un rapporto di uso, una cultura del prendere e dell’avere, piuttosto che dell’essere e del dare. Nella contemplazione si scopre la pienezza del valore delle cose. Ciò porta alla consapevolezza che non è più sufficiente limitarsi al mero rispetto dei precetti normativi, ma è necessario andare oltre, avere cioè un atteggiamento nuovo, proattivo, volto ad innescare un ciclo di miglioramento continuo…virtuoso appunto.

I concetti chiave di responsabilità e sostenibilità sono diventati termini di uso comune così da risultare poco chiari. La sostenibilità va intesa non soltanto come capacità economica di concentrarsi sui guadagni, ma soprattutto come capacità di saper collegare questo aspetto ai valori sociali ed ambientali ragionando, in altre parole, in ottica triple bottom line.

E’ importante tenere bene a mente che la vera rivoluzione parte da noi, dalla nostra propensione al cambiamento verso stili di vita razionali, eco-compatibili. Se fino ad ora il mercato ci ha trascinato con forza nel suo vortice, ora la situazione deve necessariamente cambiare: bisogna ricercare la sostenibilità nei processi, nelle azioni, nei prodotti, per affermare una logica nuova, protagonista e artefice di un processo di innovazione a cui tutti noi possiamo e dobbiamo prendere parte.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


Un commento


  1.  

    Riflessione da sottoscrivere in toto!





Lascia un commento

(required)