ULTIME BUONE PRATICHE
 

Horizon 2020, priorità di intervento – obiettivi e Vision complessiva

 

0
Posted 18 ottobre 2013 by

Riprendendo il discorso intrapreso precedentemente circa il nuovo strumento unico di finanziamento Europeo Horizon 2020, si cercherà qui di approfondire gli aspetti più specifici inerenti le nuove opportunità offerte dal programma per la ricerca e l’innovazione.

Horizon prende vita dalla strategia decennale di crescita dell’economia UE denominata Europe 2020 da cui scaturiscono 7 iniziative Faro (1. Innovation Union; 2. Youth on the move; 3. Digital Agenda for Europe; 4. Resource Efficient Europe; 5. Industrial policy for the globalisation era; 6. Agenda for new skills and jobs; 7. European platform against poverty). Nell’ambito di Innovation Union, rientra Horizon 2020 come strumento finanziario di implementazione.

Priorità di intervento

Horizon 2020 indirizzerà le risorse verso tre priorità distinte che attribuiscono alla ricerca e all’innovazione un ruolo fondamentale per conseguire gli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile e inclusiva.

Excellent Science

Si configura come strategia per incentivare dinamismo, creatività ed eccellenza nella ricerca europea verso le frontiere della conoscenza. Lo scopo è innalzare il livello di competitività, sviluppare e far emergere il talento dei ricercatori europei ed extra-europei migliorando anche l’accesso alle infrastrutture tecniche di ricerca esistenti o da costituire sia in Europa che nel mondo.

La ricerca “di frontiera” è utile per aprire nuovi campi di ricerca, fornire nuove opportunità di carriera ai ricercatori di alto livello e contribuire a migliorare le infrastrutture a disposizione della comunità scientifica. Nell’ambito di questa priorità sono state definite quattro azioni principali:

  • European Research Council (ERC) per supportare gli individui più talentuosi e creativi per lo svolgimento della ricerca “di frontiera”.
  • Future and Emerging Technologies (FET) per finanziare la ricerca collaborative su nuovi e promettenti campi della ricerca e dell’innovazione.
  • Marie Sklodowska-Curie Actions per offrire ai ricercatori eccellenti opportunità di formazione e di sviluppo di carriera.
  • Research Infrastructures al fine di garantire infrastrutture d’avanguardia all’Europa accessibili a tutti i ricercatori.

Industrial Leadership

Concepita per attrarre nuovi investimenti nella ricerca e nell’innovazione delle tecnologie industriali, garantendo supporto alle PMI più innovative per garantire che possano diventare compagnie leader a livello mondiale nei settori di appartenenza. Particolare attenzione è rivolta alle ICT, alle nanotecnologie, ai materiali avanzati, alle biotecnologie, ai prodotti manifatturieri, ai processi avanzati ed allo spazio, con l’auspicio di favorire l’integrazione e la collaborazione di ambiti diversi. Ulteriore obiettivo è quello di facilitare l’accesso a finanziamenti con capitale di rischio di privati interessati alla ricerca e all’innovazione.

Le azioni definite per la priorità sono tre:

  • Leadership in Enabling and Industrial Technologies Information and Communication Technologies (ICT); Nanotechnologies; Advanced Materials; Biotechnology; Advanced Manifacturing and Processing; Space;
  • Access to Risk Finance;
  • Innovation in SMEs (PMI).

Societal Challenges

Mira a far interagire discipline diverse perché spesso le soluzioni ai problemi vengono da collaborazioni multidisciplinari. Far dialogare le scienze sociali, le discipline umanistiche con l’ambito più tecnico scientifico della ricerca, può contribuire a migliorare anzitutto le politiche con le quali si affrontano le sfide sociali dell’Unione e poi a guidare e finalizzare al meglio lo sviluppo in un’ottica di sostenibilità.

Le azioni definite per la priorità societal challeng sono 6:

  • Health, Demographic Change andWellbeing;
  • Food Security, Sustainable Agriculture,Marine and Maritime Research and the Bio-Economy;
  • Secure, Clean and Efficient Energy;
  • Smart, Green and Integrated Transport;
  • Climate Action, Resource Efficiency and Raw Materials;
  • Inclusive, Innovative and secure Societies.
Vision comune

Ciò che accomuna le tre priorità è anzitutto l’integrazione in un unico programma di tutta la catena dell’innovazione; dalla ricerca di base fino alla commercializzazione delle soluzioni sul mercato, che insieme all’intento di raggruppare e far cooperare risorse e conoscenze trasversali contribuirà a raggiungere al meglio gli obiettivi posti in fase di programmazione. L’attenzione alle sfide sociali ed in particolare allo sviluppo sostenibile (al quale dovrebbe essere destinato circa il 60% del budget) permea l’intero programma di finanziamento e rappresenterà, se affrontato con la multidisciplinarietà giustamente enfatizzata dai pianificatori, una fonte di risposte concrete alle preoccupazioni condivise di tutti i cittadini oggi più che mai attenti a problemi come il cambiamento climatico, la sicurezza energetica e l’accesso alle risorse di base.

In attesa dei primi bandi del Programma Horizon 2020, annunciati già per dicembre, vi diamo appuntamento al prossimo approfondimento che riguarderà le regole di partecipazione generali.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)