ULTIME BUONE PRATICHE
 

Londra: il 7 More London Riverside, l’edificio più eco-friendly della città

 
7-more-london
7-more-london
7-more-london

 
BUONA PRATICA
 

Settore:
 
Nazione:
 
Luogo:
 
Categoria:
 
Beneficio ambientale
 
 
 
 
 


 
Beneficio sociale
 
 
 
 
 


 
Livello di innovazione
 
 
 
 
 


 
Punteggio
 
 
 
 
 
3/ 5


 


Il “7 More London Riverside” è stato l’ultimo edificio realizzato dei sette previsti nel “More London Masterplan” e rappresenta la struttura piú “eco-friendly” di tutta la cittá di Londra.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF
0
Posted 30 maggio 2012 by

Un cielo cupo, che a volte lascia spazio a tiepidi raggi di sole, caratterizza questo tardo pomeriggio londinese. La nostra sezione estero accende per la prima volta i suoi riflettori puntandoli sul  tema dell’edilizia sostenibile, scegliendo come cittá Londra, che tra pochi mesi sará al centro dell’attenzione del popolo mondiale degli sportivi per le Olimpiadi 2012.

Il “7 More London Riverside” è stato l’ultimo edificio realizzato dei sette previsti  nel   “More London Masterplan” e rappresenta la struttura piú  “eco-friendly” di tutta la cittá di Londra.

More London Master Plan, rappresenta un progetto partito nel 1998 ad opera di una grande firma dell’ architettura anglosassone: Lord Foster. Tale progetto prevedeva la riqualificazione di un quartiere della cittá, che ha presentato condizioni di degrado per decenni, attraverso  la realizzazione di uffici, hotel, supermarket, negozi, bar, ristoranti ed un teatro per i bambini.

La zona è localizzata a pochi minuti a piedi dalla stazione dei treni e della metropolitana di London Bridge, uno dei nodi strategici dei trasporti londinesi. Non lontana si trova la stazione della metropolitana di Tower Hill ed in piú la zona è servita da numerosi autobus. La localizzazione del sito è stata concepita pensado ad ottimizzare l’uso dei mezzi di trasporto pubblico, riducendo al minimo l’impatto negativo delle vetture. Piú della metá dell’area è caratterizzata da spazio pubblico ed include due grandi piazze ed un anfiteatro all’aperto, adiacente al municipio, che ospita eventi di musica e di teatro.

7 more London Riverside attualmente è la sede della Pricewaterhouse coppers LTD. Ciò che lo rende unico, sono una serie di strategie volte al risparmio energetico. La facciata, tutta ricoperta di vetro altamente tecnologico, consente di ridurre la necessitá di illuminazione elettrica, amplificare il calore del sole che proviene dall’esterno, ed offrire alte prestazioni di ombra ed isolamento. Il vetro viene schermato dalla luce del sole con lamelle di vario tipo, che ne consentono la proiezione con un gioco di colori all’interno degli uffici e allo stesso tempo, creano un effetto scintillante sulla superficie esterna dell’edificio. Per ottimizzare l’illuminazione e la vista, la struttura presenta due ali simmetriche sui lati est ed ovest che si estendono verso il Tamigi e che sono collegate da tre ponti curvi. Anche qui le facciate zigzettanti presentano delle lamelle argentate verticali distanziate tra loro dello spazio necessario per evitare ostacolamenti a chi osserva dall’interno.

Sono presenti pannelli solari per l’acqua calda, tetti verdi pensati in modo da ricreare un particolare habitat per una specie di uccelli, che in passato sono migrati da Londra e non piú tornati, a causa del rapido sviluppo della cittá.

Un attributo  che lo distingue dagli altri edifici presenti nell’area, è la mancanza di un  atrio all’ingresso riscaldato con aria condizionata. 7 more London è cositutito da una grande entrata che si affaccia sul fiume Tamigi. Tale entrata ospita un’ampia corte, a cielo aperto, sede di un giardino che consente l’accesso della luce ai vari piani degli uffici. Dietro questi gesti architettonici si nasconde  una strategia volta al risparmio energetico.

L’edificio possiede un impianto nel seminterrato alimentato con biodiesel. Questo mini impianto riscalda l’edificio ed utilizza calore residuo per garantire la refrigerazione quando si necessitá del raffreddamento. Gli uffici presentano un sistema di ventilazione che sfrutta i moti naturali convettivi dell’aria, il che permette di avere un ambiente piú fresco e sano rispetto a quelli che utilizzano  l’aria condizionata.

Questo consente di produrre il 55% di CO2 in meno rispetto ad un edificio che viene concepito e realizzato utilizzando le tradizionali procedure edilizie.

Un sistema completamente automatizzato di gestione e misura dei consumi, che avvengono all’interno dell’edificio, consente di rilevare le sue prestazioni ecologiche. Ciascun lavoratore è in grado di controllare la luce e la temperatura, presenti all’interno della  superficie del suo ufficio, dal desktop del proprio computer. Ciò significa che la società potrebbe tracciare chi è parsimonioso e chi invece  spreca  energia.

Tutti questi dettagli hanno portato al 7 More London Riverside ad essere il primo edificio di Londra ad ottenere il massimo punteggio del  BREEAM e solo il terzo in tutta l’Inghilterra. Il BREEAM (Building Research Establishment Environmental Assessment Method) è un metodo rigoroso di valutazione volontaria dell’eco-sostenibiltá degli edifici, fondato nel Regno Unito dal BRE (Building Research Establishment).  Il suo equivalente in Italia è  il LEED (Leadership in Energy and Environment Design) sviluppato dall’USGBC  (United State Green Building Council), ma successivamente adottato anche  in altri paesi del mondo.

Ma la strada verso una sostenibilitá superlativa degli edifici che consenta una emissione di CO2 prossima allo zero è appena cominiciata. La ricerca dell’eccellenza non può non passare attraverso la scelta dei materiali, ottimizzazione dell’isolamento e nuove strategie di design incentrate soprattutto sullo sfruttamento della ventilazione e illuminazione naturale.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)