ULTIME BUONE PRATICHE
 

Bando: Energia da Fonti Rinnovabili e ICT per la Sostenibilità Energetica. CNR

 
 
IN SINTESI
 

Settore:
 
Tipologia:
 
Ambito:
 


Scadenza: 9 agosto 2013

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF
0
Posted 17 luglio 2013 by

Titolo

Bando CNR: Energia da Fonti Rinnovabili e ICT per la Sostenibilità Energetica – per la selezione di 3 comuni italiani

Nell’ambito del progetto “Smart Cities”, il CNR in accordo con l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) promuove una selezione con il fine di individuare 3 comuni italiani per studiare e sperimentare insieme alle amministrazioni un insieme coordinato di soluzioni innovative per rendere le città sostenibili dal punto di vista energetico-ambientale. Per raggiungere questo obiettivo, il progetto si basa sull’uso diffuso di fonti energetiche rinnovabili (e delle relative tecnologie per l’accumulo e la gestione dell’energia) e sull’utilizzo estensivo di tecnologie ICT per la gestione avanzata dei flussi energetici e rendere i servizi della città energeticamente efficienti adattandoli alla domanda

A chi è rivolto

Il bando, a carattere nazionale, è aperto ai comuni ed in particolare, i caratteri distintivi delle città candidate alla realizzazione della Smart City dovranno rispondere a una o più delle seguenti specifiche:

  1. Centri storici di tutte le città italiane capoluogo di provincia oltre a quelle aventi popolazione totale pari o superiore ai 100.000 abitanti, dotate di monumenti di alta rilevanza storica e munite di almeno un museo pubblico da attrezzare con strumenti multimediali, nelle quali studiare e sperimentare un insieme coordinato di servizi e soluzioni innovative improntate al turismo e alla valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale che la città possiede. L’area del centro storico dovrà essere dotata di una rete di pubblica illuminazione con un numero di punti luce compreso fra i 600 e i 1.200.
  2. Comuni italiani medio-piccoli, con popolazione non superiore ai 7.000 abitanti e con una rete di illuminazione pubblica compresa fra i 600 e i 1.200 lampioni dislocati su tutto il territorio comunale, con l’obiettivo di realizzare servizi di gestione del territorio mirati non solo all’efficientamento energetico, ma anche al miglioramento della vita dei cittadini, rendendola più sicura e piacevole.
  3. Città e Comuni italiani, sia marittimi che montani, caratterizzati da un elevato impatto turistico e rientranti nell’elenco2 di cui all’allegato B, che necessitino della creazione di un sistema di rete a valore aggiunto in termini di accoglienza dei visitatori e assistenza durante la loro permanenza, in collaborazione con le strutture del sistema turistico coinvolte sul territorio. Nel caso in cui il Comune abbia una popolazione superiore ai 7.000 abitanti, esso dovrà individuare e motivare un’area di sperimentazione ad elevato impatto turistico che coinvolga però anche i residenti. Detta area dovrà comprendere fino ad un massimo di 1.200 punti luce.
Cosa offre

Le tecnologie e la strumentazione che saranno messe a disposizione delle città saranno a totale carico del CNR che le assegnerà in comodato d’uso gratuito ai comuni coinvolti. I comuni dovranno farsi carico esclusivamente di tutte le spese di installazione. Si fa presente che l’investimento in tecnologie e strumentazione da parte del CNR per ognuno dei tre comuni selezionati è di circa € 1.000.000.

Le tecnologie che si intende utilizzare rappresentano un’evoluzione di quanto già sviluppato anche dal CNR tramite lo Smart Services Cooperation Lab di Bologna e visibili nell’Area di Ricerca del CNR di Bologna presso lo Smart Cities Test Plant. Le soluzioni implementate si basano sull’utilizzo della rete elettrica dell’illuminazione pubblica, di proprietà dei comuni, trasformandola in una rete dati che per la sua capillarità può permeare tutta la città permettendo di erogare una molteplicità di servizi innovativi.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Pinterest
  • LinkedIn
  • RSS
  • Add to favorites
  • Email
  • Print
  • PDF


Redazione Virtuous

 
Redazione Virtuous
La redazione di VirtuousItaly è composta da professionisti della green economy, in possesso di titoli ed esperienze nel campo dell'energia, della mobilità sostenibile, della gestione dei rifiuti e delle acque.


0 Commenti



Lascia per primo un commento


Lascia un commento

(required)